mizuno wave ultima 12 recensione

Le scarpe running Wave Ultima 12 sono realizzate da Mizuno per tutti i podisti con appoggio neutro che desiderano una calzatura reattiva ma più ammortizzata per una corsa più fluida.

Vediamo come è fatta la nuova Wave Ultima 12 e come si comporta.

Mizuno Wave Ultima 12: Recensione della prova

Analizziamo la serie 12 della Mizuno Wave Ultima e quali novità porta la nuova nata della casa di Osaka.

Rispetto al modello precedente ha avuto alcuni aggiornamenti nel design e nelle colorazioni ma sostanzialmente è quasi uguale alla serie 11. Dopo tutto, l’Ultima 11 era già una scarpa di successo con un buon rapporto qualità/prezzo e, a nostro avviso, c’era poco da cambiare o innovare.

Infatti, progettata per fornire un’esperienza di corsa più fluida e reattiva, la Wave Ultima 12 è dotata di una doppia intersuola in gomma nel tallone e una mono gomma nell’avampiede, che lusinga il piede con una transizione tallone/punta fluida e reattiva.

La tomaia, invece, è sempre leggera, confortevole e traspirante estremamente utile quando si corre quotidianamente e su lunghe percorrenze Kmetriche come i lunghi.

Indice dei contenuti: fai click sul collegamento per passare all’argomento interessato.

Wave Ultima 12 Mizuno: caratteristiche tecniche

La Mizuno Wave Ultima 12 è una scarpa di fascia medio/alta della linea running, classificata come Neutra A3.

Realizzata sia nella versione da uomo che da donna ha l’intersuola alta 20mm nell’avanpiede e 32mm sul tallone con un Drop di 12mm.

Pesano solo 320g nella versione maschile (taglia di riferimento USA 9 men’s) e 265g nella versione femminile (taglia di riferimento USA 8.5 women’s).

Vediamo quali sono le parti strutturali della scarpa e come sono state realizzate Intersuola, Suola, e Tomaia.

Se cerchi maggiori informazioni su quale siano le caratteristiche delle scarpa running puoi leggere “Quali sono le scarpe da running da acquistare”.

Intersuola

L’intersuola della Ultima incorpora due mescole di gomma sotto il tallone con al centro il collaudato ”Wave Midsole parallelo” : tecnologia utile per dare flessibilità e supporto alla scarpa.

Infatti, anche in questo modello, Mizuno ingloba il Wave tra i due suoi collaudati materiali: il U4ic su tutta lunghezza e il U4icX solo nel cuneo calcaneare.

Le U4iCX e U4ic sono delle mescole molto elastiche realizzate con un tipo di E.V.A. evoluto (Etil, Vinil, Acetato): sono più reattive e leggere della classica gomma.

Per cui, i materiali e le tecnologie applicate in intersuola lavorano in sinergia per assorbire gli urti in appoggio, attutendo l’impatto e restituendo energia elastica in spinta per l’avanzamento.

scarpe running mizuno ultima 12

Suola

Il battistrada della suola è in gomma X10 Outsole con tecnologia SmoothRide: X10 e SmoothRide lavorano insieme per fornire aderenza e transizione fluida dal tallone alla punta.

Flessibilità e stabilità sono fornite dalla suola all’intersuola grazie a due ampi intagli trasversali e ad una scanalatura longitudinale: consentono all’intersuola di avere un ritorno elastico seguendo i movimenti fisiologici del piede con appoggio neutro o in inversione per una transizione comoda e fluida.

Se la si osserva attentamente, si nota un disegno multiforme dalla tacchettatura spessa, piatta e robusta, con diverse linee di flessione in grado di dare grip al runner sia su asfalto che su sterrato liscio e regolare.

caratteristiche mizuno wave ultima 12

Tomaia

La tomaia della Wave Ultima 12 è realizzata in AIRmesh che offre la massima traspirabilità e comfort necessari quando si effettua un intensa attività sportiva.

Quindi, per un buon comfort, viene utilizzato per la tomaia un nuovo tessuto. Ben alveolato e ricamato risulta abbastanza elastico sul piede, avvolgendolo perfettamente senza costringerlo al suo interno.

Infatti, la trama della tessitura a rete ingegnerizzata mantiene i piedi freschi e asciutti più a lungo, garantendo un flusso d’aria costante: particolarmente utile quando si percorrono lunghe distanze o nei mesi caldi.

Vestibilità della scarpa

La serie 12 di Mizuno Wave Ultima non presenta interessanti novità nella vestibilità di scarpa in quanto è simile alla serie 11.

La prima a saltare agli occhi è il collarino attorno ai malleoli più arrotondato e imbottito soprattutto a protezione del tendine d’Achille.

Una novità già vista sulla serie 11, riguarda la volumetria interna della scarpa che è stata leggermente aumentata sull’avampiede: ampiezza utile per dare movimento alle dita dei piedi e più spazio per i piedi più larghi in pianta.

La vestibilità è favorita dall’utilizzo della tecnologia integrata “DynamotionFit” di Mizuno. La Ultima, infatti, si adatta al piede come un calzino diventando un corpo unico senza costrizioni, consentendo movimenti naturali.

Il Plantare interno estraibile è nel classico “Mizuno Intercool” dotato di un sistema di ventilazione a tutta lunghezza che lavora in simbiosi con il tessuto della tomaia per ridurre l’accumulo di calore e umidità all’interno della calzatura.

Nel determinare la taglia, la Ultima tiene fedelmente alla tabella scala taglie del marchio: in questa serie, infatti, si può prendere tranquillamente il numero/taglia Mizuno che normalmente si usa.

Nella scarpe di categoria A3 possono essere tolte le suolette interne per inserire plantari ortopedici personalizzati.

scarpa running mizuno ultima 12

Mizuno Ultima 12 per runner con neutro e supinatore

La Mizuno Wave Utima 12 è classificata come neutra nella categoria A3 per il runner con appoggio neutro e in supinazione o inversione: ottima per chi ha un arco plantare normale o alto ed ha un appoggio del piede chiamato neutro.

I podisti con appoggio neutro e in supinazione non ruotano il piede eccessivamente verso l’interno come gli iper pronatori e hanno un consumo della suola della scarpa centrale ed uniforme.

Quando è in inversione o supinazione si tende a consumare le scarpe più nella zona metatarsale centrale/esterna.

Questa biomeccanica di corsa determina una corsa lineare e regolare favorita da un buon equilibrio posturale: le scarpe da corsa A3 neutre, infatti, hanno sistemi reattivi e ammortizzatori più neutri e non strutture asimmetriche rigide.

L’ammortizzazione e la reattività della Wave Ultima è data dalle gomme in intersuola U4ic, U4icX e dal Wave in Pebax a onde parallele che durante la corsa sostengono, ammortizzano e restituiscono al podista spinta in avanti.

Scheda tecnica Wave Ultima 12 Mizuno

  • MARCHIO: Mizuno
  • MODELLO: Wave Ultima 12
  • TIPOLOGIA: Neutra
  • CATEGORIA: A3 neutra
  • SUPPORTO: Ammortizzata senza supporto
  • UTILIZZO: Corsa su strada
  • PESO: 320 gr. misura USA 9 uomo, 265 gr. donna
  • TECNOLOGIA: SmootRide, U4icX e U4ic, suola in X10, AIRmesh, Premium Insock
  • DROP: 12 mm in entrambe le versioni
  • GAMMA: Ultima
  • CODICE ARTICOLO DONNA: J1GD2118
  • CODICE ARTICOLO UOMO: J1GC2118
  • MODELLO PRECEDENTE: Ultima 11

Pro e contro della scarpa Mizuno Wave Ultima 12

Viste le caratteristiche della Mizuno Wave Ultima 12 quali sono i pro e i contro di questo modello?

PRO:

  • Vestibilità ampia e comoda che si adatta anche a chi ha il piede largo.
  • Ottima l’ammortizzazione e la reattività anche dopo molti Km.
  • Molto buono il Grip anche su fondo sterrato regolare
  • Buona per le corse di media/lunga distanza

CONTRO:

  • Design già visto, abbastanza classico

A chi è rivolta la Mizuno Ultima 12?

Nella Ultima, troverai sempre quella calzatura ammortizzata reattiva, affidabile e sicura per cui Mizuno è nota.

Essendo una A3 è consigliata al runner con appoggio del piede neutro o in inversione che predilige una scarpa durevole, affidabile e versatile per corse medio/lunghe dalla 10 km alla Maratona.

La nuova Wave Ultima 12 non si presenta come una scarpa velocissima in quanto è un A3 ammortizzata, ma si può tranquillamente correre ad un ritmo tra i: 4:30 – 5:30 min/km, o sopra i 5:30 min/km.

Consigliata al runner di peso corporeo: Medio (75/80 Kg.), e Medio-Pesante (80/90 Kg.), in questo secondo caso la vita media della scarpa sarà inferiore.

Prezzo della nuova Wave Ultima

La Wave Ultima 12 ha un prezzo di listino Mizuno, di 140€ anche se in base ai periodi promozionali, i colori e le serie si possono trovare anche a meno.

Siccome è una A3 neutra di fascia medio/alta Mizuno, costa un po’ di più per via dei materiali e della tecnologia applicata.

Infatti il rapporto qualità/prezzo della calzatura, come il costo/km percorsi (compresa tra 650/750 km, anche se molto dipende dal peso corporeo e temperature ambientali) è in linea per caratteristiche e prezzo con i modelli di marche concorrenti a pari qualità.

Altre scarpe neutre A3 di Mizuno simili alle Wave Ultima

In Mizuno abbiamo altre differenti calzature nella categoria A3 neutre oltre a Wave Ultima.

Infatti, tra quelle realizzate dalla casa Osaka abbiamo anche: la Wave Rider, la Wave Sky, la Wave Creation, la Wave Skyrise.

Hanno caratteristiche quasi simili, ma in quanto ad ammortizzazione, reattività, performance e peso sono differenti.

In effetti, nei componenti e nei materiali questi modelli di scarpe sono diversi per soddisfare le specifiche soggettive e le esigenze dei vari runners.

Se cerchi altre info sulle scarpe running puoi leggere “Migliori scarpe running: guida alla scelta“.

Scarpe A3 neutre di altri brands

Di seguito le scarpe running A3 neutre realizzate da altri marchi che sono simili alle Wave Ultima 12.

Come le Wave Ultima 12, anche i modelli prodotti dai concorrenti di Mizuno hanno tecnologie brevettate nell’intersuola utili per chi corre e ha un appoggio del piede neutro o in inversione.

Tra le scarpe dei brands concorrenti di Mizuno abbiamo: di New Balance le 880 V, di Asics le Cumulus, di Brooks le Ghost, di Hoka Oneone le Clifton, di Nike le Vomero, di Under Armour le Hovr Infinite, di Saucony le Ride,

Nel link troverai maggiori info su quali sono “altre scarpe running A3 neutre”.

Mizuno Ultima vs Brooks Ghost

Sia la scarpa running Mizuno Ultima 12 che la Brooks Ghost sono top di gamma per i rispettivi Brands nella categoria A3 neutre.

Ultima e Ghost sono due modelli iconici nei rispettivi brand con caratteristiche quasi simili ma diverse nei materiali e specifiche tecniche. L’ammortizzione in Mizuno è data dal Wave più U4ic e U4icX, mentre Brooks utilizza la sua tecnologia DNA LOFT.

Il Drop è di 12mm uguale per entrambe, il peso invece è diverso: 320gr. per le Mizuno contro i 286gr. per le Brooks.
Entrambe sono consigliate ai podisti con un appoggio del piede neutro e che corrono a ritmo medio tra 4:30 – 5:30 min/km o più lenti.

Qui troverai la recensione completa delle “Brooks Ghost 13”.

Conclusione Wave Ultima: una scarpa da provare

L’azienda giapponese ha sempre cercato di soddisfare le richieste dei runners, qualunque essi siano, amatoriali o agonisti: infatti in Mizuno i runners hanno sempre trovato il connubio ottimale tra estetica, comfort e performance.

Infatti, la peculiarità più interessante da segnale della Mizuno Wave Ultima 12 è sicuramente quella di avere un gran comfort e rettività.

La prima sensazione di questa scarpa, rispetto ad altri modelli Mizuno, è la sua morbidezza sicuramente dovuta al collarino attorno ai malleoli spesso e imbottito. Ma e nel correrci che si nota la differenza: molto lineare in fase di corsa e in rullata che restituisce spinta sull’avampiede.

Nonostante sia una massima ammortizzazione può risultare pesante con i suoi 320gr ma essendo abbastanza reattiva non si sentono molto.

Per cui, giunta alla sua 12esima edizione, la conclusione è semplice, la nuova Wave Ultima è ciò che ti aspetti da Mizuno: affidabile nella tradizione con un ammortizzazione reattività.

Buona corsa e tanti Km a tutti.