Quali scarpe da running acquistare per correre bene e velocemente su asfalto e strade sterrate?

Quando corri, la priorità è trovare le scarpe giuste.

In quali scarpe da running acquistare molti sono i parametri che devono essere presi in considerazione. Questi includono sesso, peso, appoggio del piede, tipo di passo, frequenza di uscite e tipo di allenamento.

Sebbene la maggior parte delle scarpe da corsa appaiano comode quando testate nel negozio, il vero test arriva sempre dopo i primi chilometri.

Pertanto, la nostra scarpa ideale deve essere adatta al nostro stile di corsa, appoggio e forma del nostro piede. Per coloro che prima di comprare le scarpe volesse sapere come si e evoluta la corsa nel tempo può leggere qui la definizione.

Indice dei Contenuti:

  1. Quali scarpe da running acquistare, una scelta non semplice
  2. Criteri di selezione e quali scarpe da running acquistare
  3. Scelta delle scarpe da running per appoggio del piede e postura corporea
  4. Dimmi come corri? Ti dirò chi sei
  5. Caratteristiche delle scarpe da corsa
  6. La scarpa da corsa ideale? Consigli per trovarla
  7. Come le scarpe running sono divise in categorie e classificate
  8. Come trovare la taglia esatta della scarpa da corsa
  1. Quali scarpe da running acquistare, una scelta non semplice

Come scegliere le scarpe da running?

Nei negozi di articoli sportivi esiste un’ampia varietà di scarpe per tutte le esigenze e gusti, questo vale sia per uomo che per donna.

I modelli di scarpe sono prodotti per entrambi i sessi con la dovuta distinzione.

Ho conosciuto uomini che, con un piede sfilato, preferivano i modelli femminili, poiché sono più fasciati nella vestibilità. E donne che preferivano le scarpe running da uomo perché avevano una pianta dei piedi più larga.

Come scegliere le calzature per correre

Ha parte i modelli da uomo o donna le scarpe da running non sono tutte uguali. A volte è proprio questa grande offerta che rende complicata la decisione su quale scarpa sia più utile per i nostri scopi.

Proverò a spiegarmi dandoti le informazioni giuste sui diversi tipi di scarpe e gli usi che si fanno e in che modo sceglierla.

Se vuoi sapere le differenze tra uomo e donna puoi leggere il nostro post di “Quali sono le differenze nelle scarpe running uomo donna” oppure continua nella lettura.

  1. Criteri di selezione e quali scarpe da running acquistare

Nei criteri di selezione e scelta delle scarpe da running, questa deve essere fatta e adeguata alle nostre caratteristiche. Scelta che dipende dal modo in cui corriamo e dalle nostre articolazioni. Per questo motivo, di seguito troverai una piccola guida per informarti al meglio tra le diverse tipologie disponibili sul mercato.

È molto importante scegliere le scarpe giuste.

Quando si sceglie una scarpa, è necessario tenere conto di una serie di fattori che la distinguono.

I primi parametri da considerare sono:

-Per quale uso, se in gara, in allenamento, per agonismo o per fare jogging.

– La superfice e i terreni di gara. Per correre su asfalto, è meglio optare per una scarpa con buona ammortizzazione e controllo del piede. Su strade o sentieri sterrati, è preferibile una calzatura con grande stabilità e una buona presa come le scarpe da trail.

-La distanza da percorrere, se è un lungo, serie di ripetute, gare brevi, maratone o corsetta domenicale.

  1. Scelta delle scarpe da running per appoggio del piede e postura corporea

Nelle opzioni di scelta delle calzature, una cosa da valutare è il tipo di appoggio nella fase di corsa.

In seguito alla fase di volo, quando il peso del corpo poggia a terra, l’arco plantare si abbassa e il piede tende a ruotare verso l’interno, lungo l’asse longitudinale per poi tornare in posizione e a dare energia al passo seguente.

Questo si chiama appoggio del piede e può essere in pronazione, in inversione o neutro.

Per cui il primo criterio di valutazione nella scelta della scarpa è legato a come appoggiamo il piede durante la corsa. Ribadisco, durante la corsa, infatti il consumo delle scarpe è diverso da quando si cammina.

Non è facile determinare quale appoggio abbiamo, né capire di quale tipo di calzature abbiamo bisogno, ma in seguito ti spiegheremo come farlo.

come scegliere le scarpe per correre per appoggio del piede

-Distinzioni del tipo di appoggio dei piedi

Per utilità nella scelta delle scarpe da corsa, vengono utilizzate tre macro distinzioni di appoggio per i piedi, in supinazione, neutro e in pronazione, che danno genere a 2 tipologie di scarpe, neutre e per pronatori:

– L’appoggio in supinazione si verifica quando il piede poggia sulla parte esterna, lungo la linea tallone mignolo.

– L’appoggio neutro si verifica quando la transizione segue una linea dal tallone all’avanpiede e la rotazione della caviglia non eccede verso l’interno del piede.

Appoggio del piede per vedere arco plantare normale o piatto

– La pronazione invece consiste nella rotazione del piede verso l’interno mentre si cammina o si corre e serve a alleviare la tensione articolare dovuta al peso. È un movimento naturale che aiuta i piedi ad attutire l’impatto con il suolo. Questa è la pronazione fisiologica, poi abbiamo l’eccesso di pronazione.

– L’appoggio è detto con pronazione eccessiva, quando la caviglia durante l’appoggio del piede, fa una rotazione eccessiva verso l’interno, scaricando il peso lungo la linea dal tallone all’alluce. Nella pronazione eccessiva o iper pronazione abbiamo il piede piatto.

Tutti questi tipi di appoggio influenzano la catena dinamica del corpo: piede, caviglia, ginocchio, parte superiore della gamba, gluteo e schiena.

Come accennato in precedenza, un leggero eccesso di pronazione non richiede necessariamente le cosiddette scarpe stabili per correggere l’appoggio.

Per questo, nella scelta delle calzature, bisogna fare una scelta su quelle che sono le nostre caratteristiche individuali e soggettive.

Piede con pronazione e poco arco plantare

Leggi anche “10 buoni motivi per correre.”

  1. Dimmi come corri? Ti dirò chi sei

E’ frequente riscontrare una diversità tra l’appoggio del piede destro e sinistro come anche una diversa lunghezza dei piedi. Non potendo comprare due scarpe diverse opteremo nella scelta per il male minore.

Come non è detto che in queste situazioni la risposta sia sempre fare un plantare personalizzato. È probabile che il nostro corpo in fase di corsa corregga il problema e soprattutto lo metabolizzi.

Altro parametro di valutazione dell’appoggio con rotazione in senso longitudinale dipende da cosa appoggiamo prima a terra, se il tallone, la parte mediale, o dell’ avampiede.

Sarebbe meglio appoggiare di meso/avampiede.

Nel tempo può succedere che l’appoggio può cambiare. Rafforzandosi la muscolatura a livello dei glutei, gambe e caviglie, l’eccesso di pronazione può diminuire. Come al contrario può aumentare durante un allenamento duro o una gara molto lunga, accentuando un eccessivo piegamento della caviglia, quando inizia ad insorgere la stanchezza.

  1. Caratteristiche delle scarpe da corsa

Caratteristiche e quali scarpe da running acquistare? Se hai un appoggio neutro o un supinatore, indosserai scarpe per appoggio neutro, se hai un eccesso di pronazione, è meglio puntare sulle scarpe stabili.

Le aziende del settore running producono diversi modelli, anche con diversi gradi di sostegno nella parte mediale. Esistono diversi modi per creare scarpe stabili, oggi molti marchi utilizzano il classico supporto mediale o utilizzano metodi relativi all’intero design dell’ intersuola della scarpa. Grazie l’uso di materiali di diversa densità, che guidano e sostengono il piede nel movimento più naturale possibile.

Appoggio del piede neutro supinatore pronatore

-Appoggio del piede e corsa

Nella scelta di quali scarpe da running acquistare bisogna determinare quale tipo di appoggio abbiamo mentre corriamo. Questo dipende da quale parte della scarpa tocca per la prima a terra: il tallone, la parte mediale o l’ avampiede.

In effetti, se appoggiamo maggiormente la parte davanti e corriamo sulle punte, abbiamo meno rotazione verso l’interno.

L’ideale sarebbe appoggiare il piede di meso/avampiede per poi fare la classica rullata tallone punta.

Ma l’appoggio con il passare degli anni o durante la corsa può cambiare.

Quindi?

Determinare l’appoggio è fondamentale. Pertanto nella scelta dobbiamo fare tutte le considerazioni di cui sopra.

Per determinare l’appoggio i metodi più efficaci sono:

– Piattaforme tecnologiche che valutano l’appoggio podalico dinamico.

– Farsi video riprendersi durante la corsa, meglio in strada che sul tapis roullant.

  1. La scarpa da corsa ideale? Consigli per trovarla

Per scegliere le scarpe da corsa più adatte a te, identifica il tuo tipo di corsa e il tuo stile di movimento e falcata. Fatto questo cerca di valutare il tipo di scarpa con le caratteristiche che corrispondono alle tue esigenze.

Il passo successivo è determinare correttamente le dimensioni dei piedi in centimetri, destro e sinistro da tallone ad alluce, scoprirete che non sono della stessa lunghezza.

Un’altra variabile da considerare quando si acquista una scarpa è il peso corporeo del corridore.

Fino a 65 kg di peso, un corridore è considerato leggero, fino a 75 kg cade nella categoria media, oltre questo peso rientra nella categoria pesante. A seconda della fascia alla quale si appartiene, è importante valutare il livello di consistenza e ammortizzazione della scarpa da running. Questo è importante affinché l’impatto con il terreno sia meno duro durante la fase di corsa.

Prova le scarpe per capire quale si adatta meglio a te. In generale, con un buon paio di scarpe da running, si dovrebbero fare dai 600 agli 800 chilometri e chi corre regolarmente ogni 3 o 4 mesi dovrebbe cambiarle.

Dai un’occhiata alle tue vecchie scarpe running e controlla l’usura della suola se ha ancora la tacchettatura e se nell’intersuola si notano rughe di compressione. Se sono presenti segni di usura, potrebbe essere il momento di acquistare un nuovo paio. Tieni presente che quando queste scarpe iniziano a scaricarsi e deformarsi, possono causare problemi come fascite plantare, sindrome da stress tibiale o dolori lombari.

Per altre info leggi anche “Migliori scarpe running: guida alla scelta”.

  1. Come le scarpe running sono divise in categorie e classificate

La scelta della scarpa giusta è fondamentale per svolgere e supportare una corretta corsa o camminata sportiva. Esistono diversi modelli e categorie di appartenenza, la cui conoscenza e selezione, influisce su aspetti importanti. Grazie alla nostra guida riuscirai a schiarirti le idee riguardo alle categorie e alle specifiche. Ecco qual è la classificazione delle scarpe da running in 7 punti:

Quali sono le categorie categorie delle calzature per correre

Descrizione e classificazione sigle categorie

MINIMALISTE A0

Scarpe progettate per favorire il movimento naturale del piede – pesano dai 150 ai 250 gr –  l’ intersuola praticamente inesistente.

SCARPE SUPERLEGGERE A1

Pesano al massimo 250 gr sono molto leggere e non offrono nessuna ammortizzazione. Consigliate ai runner con pesi inferiori ai 70 Kg e con appoggio neutro.

SCARPE A2 O INTERMEDIE

Le calzature A2 intermedie pesano solitamente da 230 a 300 gr offrono una discreta ammonizzazione, usate da atleti leggeri con pesi inferiori ai 75 Kg e con appoggio neutro.

SCARPE A3 O MASSIMO AMMORTIZZAMENTO

Le Scarpe A3 neutre, normalmente pesano da 250 a 350 gr, sono le scarpe più usate ed apprezzate dai runners con pesi anche oltre gli 85 Kg – appoggio preferibilmente neutro.

SCARPE A4 O STABILI

Le Scarpe A4 pesano oltre i 300 g – sono consigliate ai runner pesanti oltre gli 85 kg ed agli iperpronatori. Sconsigliate ai supinatori.

SCARPE A5 O TRAIL RUNNING

Le Scarpe A5 da trail ultimamente pesano da 250 a 350 gr. Sono nate per i fuoristrada e assicurano un ottimo grip su tutte le superfici.

SCARPE A6 O DA JOGGING

Le Scarpe da ginnastica, jogging e palestra, sono calzature classificate come A6 non tecniche, che possono essere utilizzate anche da chi vuole iniziare a correre e camminare.

SCARPE A7 O SPECIALISTICHE

Le Scarpe A8 sono super leggere pesando solitamente >200 gr.

  1. Come trovare la taglia esatta della scarpa da corsa

Supponendo che tu conosca esattamente le dimensioni del tuo piede, il passo successivo è quali scarpe da running acquistare per le tue esigenze. La forma delle calzature che determina le dimensioni delle scarpe varia a seconda del produttore. Infatti, potresti aver bisogno di una taglia in più o in meno di quanto pensassi.

Noi consigliamo sempre nell’ acquisto di usare la misura americana (USA o US) in quanto più precisa anche tra marchi diversi. Mentre le misure europa (EU) o la italiana (ITA) a parità di numero, posso essere diverse tra i vari marchi e non corrispondere come vestibilità alle dimensioni del nostro piede.

Quale misura scegliere nella scarpa da running

Provate le scarpe alla sera, infatti i piedi tendono a gonfiarsi un po’ durante la giornata e possono essere un po’ più grandi e stanchi. Misurare le scarpe di sera è un buon modo per evitare di acquistare un modello troppo piccolo.

Consigli

Cerca un modello spazioso in punta per dare conforto alle dita dei piedi. La vestibilità della scarpa deve essere aderente ma garantire al piede la libertà di muoversi. I lacci devono essere allentati per tutta la loro lunghezza e quindi ricalibrati per una migliore vestibilità, ma non stretti.

Le scarpe per barefoot running (chiamate anche scarpe da corsa a piedi nudi) sono un’eccezione. In questi modelli, il tallone e le dita dei piedi devono vestire come un guanto. Pertanto non devono lasciare spazio a livello della punta per una maggiore sensibilità durante all’ appoggio.

Se indossi dei plantari, portali con te quando provi le scarpe da corsa. Rimuovi quelli forniti in dotazione e inserisci i tuoi, poiché influiscono notevolmente sul numero da provare.

Non esiste una regola fissa per indossare una scarpa progettata per uomo o donna, oltre alla colorazione. Gli uomini possono provare una scarpa da donna se il loro piede è sfilato e stretto. Mentre le donne possono provare una scarpa da uomo se hanno un piede a pianta più larga o per caratteristiche di scarpa.

Se sei all’inizio e desideri maggiori informazioni su come iniziare a correre, puoi leggere “Come iniziare a correre da zero”

Conclusioni.

Da quanto detto finora, quali scarpe da running acquistare può sembrare complicato, ma non lo è. In realtà, si tratta solo di entrare e comprendere i meccanismi di questo mondo. Una volta iniziato a correre molte cose verranno facilmente identificate.

Quello che dobbiamo ricordare è di optare sempre per un modello di scarpa basato su quali siano i nostri bisogni reali. Tenendo conto anche di diversi fattori, come, il dove corri e quanto, il tuo peso e i tuoi obiettivi. In tal modo, sarai sicuro di aver acquistato una scarpa adatta alle tue esigenze.

Autore: Redazione per Corsa.

prezzo scarpe running uomo donna

Informazioni tratte da:

-il libro Il manuale completo della corsa

-sito runnersword.it

-il libro Andiamo a correre