brooks adrenaline gts 21 recensione

La nuova Brooks Adrenaline GTS 21 è qui e offre tutto ciò che ti aspetti da una delle scarpe da corsa per pronatore più vendute ogni anno.

Realizzate sia per uomo che per donna, sono classificate come stabili A4 e hanno nell’ intersuola un supporto utile al runner che ha poco arco plantare.

Da Settembre 2020 è disponibile solo negli USA e da Gennaio 2021 in Europa.

Scopriamo, da chi ha avuto modo di provarle, cosa c’è di nuovo e cosa è cambiato in questa nuova versione di scarpa running stabile anti-pronazione.

Indice dei contenuti:

Evoluzione nel tempo di Adrenaline GTS

Un po’ di storia è doverosa verso questo modello iconico, dopo tutto, la prima Adrenaline GTS risale al lontano 1994 e da allora nel mondo del running c’è stata una grande rivoluzione. Negli oltre vent’anni dal primo modello, molte cose sono cambiate, tanto che siamo ormai giunti alla 21° edizione della serie Adrenaline.

Le scarpe sino agli anni 90 erano chiamate “da ginnastica” ed erano quasi sempre bianche e subito dopo sarebbero diventate un po’ più colorate, soprattutto quelle denominate tecniche da running.

A partire dagli anni novanta, un pensiero comune era che il pronatore avesse bisogno del supporto mediale nella scarpa per diminuire il movimento rotatorio all’interno della caviglia.

Infatti, tra le tante scarpe rigide e pesanti che correggono la pronazione, arriva in quel periodo una novità più leggera e flessibile, con un innovativo supporto anti pronazione.

prima brooks adrenaline 1994

Immediatamente il successo tra i runner pronatori fu tale che le Adrenaline GTS divennero famose come una tra le migliori scarpe running A4 stabili.

Caratteristiche generali Brooks Adrenaline 21

Come caratteristica generale, l’Adrenaline GTS 21 ha quella di essere realizzata per correre su asfalto ed è classificata da Brooks come “Support Cushion” nella categoria A4 stabile.

Soprattutto in quest’ultima versione, con la sua evoluzione, migliora il concetto di base della calzatura, soprattutto nel supporto anti-pronazione e nell’ ammortizzazione.

È infatti l’ideale per il runner con arco plantare basso, di peso medio o medio/pesante e che tende a ruotare eccessivamente la caviglia in appoggio a terra.

Brooks Adrenaline GTS 21: Caratteristiche tecniche

Tra le caratteristiche tecniche dell’ultima Brooks Adrenaline 21 troviamo poche innovazioni funzionali ma sostanziali rispetto al modello precedente.

Il peso della calzatura è di pochi grammi inferiore e ininfluente rispetto alla serie precedente così come il Drop che è rimasto invariato.

Tuttavia, sebbene questi parametri siano rimasti gli stessi, Brooks ha apportato modifiche all’intersuola per migliorare stabilità e soprattutto comfort.

Ha infatti cambiato la disposizione dei materiali nella zeppa sotto il piede e ha inserito un supporto antipronazione leggermente diverso per soddisfare determinate richieste.

Ovvero sono più stabili grazie al supporto mediale interno: supporto che è utile sia per i corridori che tendono alla pronazione sia per chi, anche se con appoggio neutro, necessita di supporto quando la fatica inizia con il passare dei chilometri e poggia di più il piede a terra.

Nella tomaia non ci sono novità eclatanti se non estetiche, in ogni caso la vediamo nello specifico di seguito.

Intersuola

Nell’intersuola, Adrenaline 21 mantiene la stessa combinazione di DNA Loft e DNA BioMoGo vista nella serie 20 ma in proporzioni differenti e sempre con sistema anti pronazione “GuideRails” e il Drop di 12 mm.

Innanzitutto, la famosa mescola della gomma DNA Loft si è allungata in quasi tutta l’intersuola.

In quanto tale, dal tallone attraversando tutta la parte centrale del piede raggiunge quasi l’avampiede, dove si sovrappone parzialmente al BioMoGo DNA.

Questo si nota subito dal disegno a quadrati che si vede sul fronte esterno dell’intersuola.

adrenaline 21 test caratteristiche

La gomma DNA Loft è la principale incaricata ad offrire quella piacevole sensazione di cuscino in fase di corsa.

Sempre nell’intersuola, l’Adrenaline GTS 21, come già visto sugli ultimi modelli A4 di Brooks, ha il GuideRails ora leggermente modificato nella forma, ma sostanzialmente quasi simile a quello della serie 20.

Il GuideRails è utile per proteggere le articolazioni più soggette a stress del corridore pronatore, come caviglia e ginocchia.

Tomaia

La tomaia delle Brooks Adrenaline GTS 21 è realizzata in mesh, un tessuto realizzato dai designer con tecnologia di stampa 3D Fit.

Ha una nuova linea e una nuova grafica ma tendenzialmente è simile alla precedente.

La trama del tessuto, dalle collaudate caratteristiche, è infatti realizzata con una tecnologia di stampa 3D che Brooks utilizza già da alcuni anni.

La tomaia per cui viene sagomata in un unico pezzo.

caratteristiche tecniche adrenaline gts 21

Quindi in Adrenaline l’Air Mesh è più traspirante, morbida ed elastica con strati sovrapposti modellati e termosaldati senza cuciture in quasi tutta l’area metatarsale per facilitare l’adattabilità alle diverse forme del piede.

In più in Adrenaline 21 è aumentata la sensazione di sicurezza che deriva da un nuovo disegno della conchiglia del tallone.

Brooks ha inserito un guscio rigido nel contrafforte interno per creare una struttura che aiuti a bloccare il piede in posizione ferma: questo infatti impedisce scivolamenti o movimenti del tallone una volta allacciate le scarpe.

Scheda tecnica Brooks Adrenaline GTS 21

  • MARCHIO: Brooks Running
  • MODELLO: Adrenaline GTS 21
  • TIPOLOGIA: Ammortizzata
  • CATEGORIA: A4 stabile
  • SUPPORTO: Supportata anti-pronazione
  • UTILIZZO: Corsa su strada
  • PESO: 295 gr. misura USA 9 uomo, 258 gr. donna
  • TECNOLOGIA: GuideRails, 3D Fit Print, Segmented Crash Pad, DNA LOF
  • DROP: 12 mm
  • GAMMA: Adrenaline
  • CODICE ARTICOLO DONNA: 120329
  • CODICE ARTICOLO UOMO: 110349
  • MODELLO PRECEDENTE: Adrenaline GTS 20

A chi sono rivolte le Adrenaline 21?

La Brooks Adrenaline GTS 21 è principalmente rivolta a un tipo di runner quasi simile a quello che utilizzata la Ghost 13 ma che ha problemi di stabilità della caviglia e necessita di un supporto mediale.

Nella sua categoria (A4 stabile) si presenta come abbastanza ammortizzata e leggera e garantisce controllo ai piedi del podista con arcate basse o medio/basse.

Ecco perché Adrenaline è consigliata a chi corre con un peso corporeo medio o medio/alto ed ha una pronazione leggera o media.

Quindi, la può utilizzare l’uomo tra 70 Kg e gli 80 Kg e la donna tra i 60 Kg e i 70 Kg come scarpe da allenamento o gara nel chilometraggio medio, medio/lungo a una velocità tra 4:30 – 5:30 min/km.

L’uso è consigliato anche per corridori neutri che affrontano distanze molto lunghe e che preferiscono avere anche un supporto mediale che interviene quando serve.

Se nel caso avessi bisogno di maggiori informazioni per sapere quali sono le scarpe ideali puoi anche leggere il post “Quali scarpe da running acquistare

Pregi e difetti

Chi ha avuto modo di provarla mi ha detto “Nel fare una uscita di corsa con questa calzatura non si riesce mai a capire dove finiscano i pregi, (tanti) e iniziano i difetti, (pochi)”.

Questo è sicuramente dovuto alle tante evoluzioni avute nel tempo che hanno permesso di migliorare la scarpa, riducendo i difetti nel tempo.

In particolare, se guardi la tenuta e l’imbottitura nel contrafforte del tallone e sulla linguetta, ti rendi subito conto che questa scarpa favorisce il comfort e la stabilità durante la corsa.

Abbiamo comfort e stabilità anche grazie alla combinazione tra il DNA Loft e il BioMoGo DNA dell’intersuola: la prima gomma ammortizza la seconda gomma da solidità e consistenza.

Allo stesso modo il Guide Rails, evitando un eccessivo movimento di rotazione della caviglia, stabilizza il piede per una massima efficienza durante le fasi di corsa senza essere invasivo.

In quanto a velocità, questa non è una scarpa performante: infatti con un drop di 12 mm tra le sue priorità, privilegia la stabilità, la protezione e il comfort rispetto alle prestazione.

Qual è la differenza tra Brooks Adrenaline 21 e Adrenaline 20?

Ci sono un paio di differenze tra Brooks Adrenaline 21 e Adrenaline 20 se confrontate fianco a fianco per il resto solo cambiamenti relativi.

Come confermato da Massimo, che, residente a Portland, ha avuto modo di provarla e ha preparato la scheda tecnica, sottolineando la poca differenza rispetto alla serie 20 in termini di prestazioni ma solo di comfort ed estetiche.

Sull’Adrenaline 20, Brooks conteneva il DNA Loft principalmente nel tallone, con una leggera estensione nella parte centrale del piede.

Difatti, il grande cambiamento di quest’anno è l’estensione a quasi tutta lunghezza della gomma DNA Loft nell’intersuola: quindi, la Brooks Adrenaline 21 è un po’ più morbida e fluida durante la transizione di corsa.

scheda tecnica brooks adrenaline 21

Altre scarpe di Brooks simili a Adrenaline GTS

Vediamo quali sono le scarpe di Brooks nella categoria A4 anti pronazione come le Adrenaline.

Tra queste abbiamo, Bedlam, Beast, Trascend e Ravenna, ognuna dalle caratteristiche generali quasi simili ma differenti tra loro nelle specifiche tecniche.

Di diverso abbiamo il Drop, il tipo di supporto mediale e il peso strutturale di scarpa per coprire le diverse esigenze di ogni runner: come performance, supporto e ammortizzazione, comunque nello specifico puoi leggere i vari post.

Scarpe di altri marchi simili alle Adrenaline 21

In commercio si trovano vari modelli di scarpe A4 simili alle Adrenaline GTS ma di brand diversi.

Allo stesso modo, queste calzature hanno un design dell’intersuola in gomma a doppia densità asimmetrica e diversi sistemi e tecnologie per l’ammortizzazione e il controllo della pronazione.

Tra queste abbiamo: di Asics le GT-2000 e le Gel Kayano, di Mizuno le Wave Inspire, di Saucony le Hurricane ISO, di New Balance le 1260, di Adidas le Supernova.

Sebbene siano scarpe di marchi diversi, rientrano anche queste nella categoria anti pronazione stabile A4 e sono ideali per le lunghe distanze come le Adrenaline GTS 21.

Valutazioni

Con una rinnovata sensazione di corsa, fluida e sostenuta, le nuove Adrenaline GTS 21 sono ancora una delle migliori scarpe da corsa Brooks anche in questo 2020/21.

La novità di quest’anno è il ruolo più importante dato alla schiuma in gomma del DNA Loft nell’intersuola: per il resto sono cambiati solo i dettagli.

In effetti, la schiuma DNA Loft è stata allungata quasi su tutta l’intersuola migliorando il comfort, tuttavia anche nella serie 20 non era male.

Abbondanti fori nel tessuto della tomaia creano una ventilazione sufficiente sopra le dita per consentire la fuoriuscita del calore e dell’umidità in eccesso.

Secondo Massimo l’imbottitura è un po’ eccessiva, soprattutto quella che copre il colletto del tallone e la linguetta sulla parte superiore del piede, facendo sentire meno la scarpa, invece la tenuta della conchiglia del tallone è buona: comunque il dato è trascurabile in quanto non stiamo parlando di scarpe veloci anzi al contrario.

Dal nostro punto di vista, però, hanno sempre quel fascino particolare apprezzata dai tanti che amano macinare molti Km e che ha permesso al brand di evolvere un modello arrivato ormai alla 21° edizione.

Infatti, come calzatura, nel tempo ha saputo soddisfare le esigenze dei podista come il maggior controllo, protezione e comodità, tanto da farle dimenticare ai piedi.

Brooks ha mantenuto questa sua coerenza anche questa volta.

Pronte all’uso ogni volta che ne hai bisogno, queste sono le nuove Brooks Adrenaline GTS 21.

Buona corsa e tanti Km a tutti.