Asics Glyderide scarpe running

Dell’ Asics GLIDERIDE non mi sono interessato fino a che sul lungo mare di S. Maria non sono stato superato da un collega che le aveva ai piedi. Mi sono ricordato di aver letto una recensione quando uscì sul mercato che riassumeva in poco più di un paragrafo quella forse è una rivoluzione nel mondo del running.

Troppo poco, sicuramente chi l’ha recensita, appena arrivata sul mercato, non amava le novità: un peccato anche perché i vari brands del settore stanno investendo molto in questa nuova filosofia di calzature e un motivo ci sarà.

Più in là lo trovo fermo ad una fontana a dissetarsi. Mi fermo, faccio due chiacchere e poi corro un pò insieme a lui. Ma rimasi colpito quando è arrivato il momento di separarsi (non avevo il suo passo), accelerò e se ne andò via come se nulla fosse.

Scarpe running Asics Glideride

“Asics GLIDERIDE ti permette di correre più a lungo consumando meno energia”.

Con questo slogan il brand, alla fine del decennio scorso, ha effettuato una rivoluzione tecnologica nella realizzazione delle sue scarpe running, come si può già vedere nella linea Blast e nella linea Ride che ha il suo apice nella scarpa top di gamma Metaride. Ma cosa ha fatto Asics con le Glideride? Vediamolo nello specifico.

Recensione e test delle Asics Glideride

Incuriosito da questa nuova tendenza, provo a scriverne una recensione che spieghi i motivi e perchè Asics ha rivoluzionato la sua filosofia e il mondo del running con questa nuova tecnologia.

In particolare, la GLIDERIDE è una scarpa running neutra. Ben ammortizzata, ha un’ intersuola rivoluzionaria in punta a forma di chiglia di barca, utile per chi corre su asfalto o su un sentiero sterrato a passo veloce.

Nell’indice dei contenuti sotto fai click sul collegamento per passare all’argomento interessato.

Asics Glideride: caratteristiche tecniche

L’ Asics Glideride è una scarpa tecnica per correre: ammortizzata è realizzata sia per uomo che per donna classificata come neutra nella categoria A3.

Il Peso è di 289 gr. (UE 42 2/3, taglia USA 9 men’s) nella versione da uomo, di 235 gr. in quella da donna e un Drop di 5 millimetri in entrambe le versioni.

L’altezza dell’intersuola è di 35 mm (tallone) e di 30 mm (avampiede), incluso lo spessore della suoletta interna rimovibile.

Asics Glyderide calzature per correre

Da questi primi parametri, dal design e dalla struttura, si deduce che si tratta di una scarpa performante adatta a un runner con arco plantare normale o alto e con un peso corporeo tra i 65 kg e gli 80 Kg.

Vediamo nello specifico la rivoluzionaria Intersuola e la Suola.

Intersuola delle scarpe running Glideride

Nel prenderla in mano e osservandola, si nota subito come l’ intersuola non è così come la si immagina: è praticamente quasi orizzontale dal tallone fin quasi ai metatarsi e poi si alza decisamente verso l’alto come la prua di un barca.

L’inserto in gel, un classico del marchio, è presente si sente e si vede nella zeppa del tacco tra le due gomme.

La tecnologia è FlyteFoam Propel e FlyteFoam: le due parti in EVA dell’intersuola sono differenziate dal doppio colore e sagomate in un disegno sinuoso e scavato all’incrocio tra le due.

Asics Glyderide ammortizzate neutre A3

Suola delle Glideride

Per quanto riguarda la suola delle Asics Glideride, è realizzata in gomma ad alta resistenza all’abrasione e ridotto attrito grazie alla tacchettatura bassa e alla minore superfice di contatto a terra.

Infatti, si noterà immediatamente un incavo centrale (guidance rail) che si estende su tutta la superficie, più profondo nella zona sotto il tallone, meno in avanti: chi corre di tallone avrà la possibilità di sfruttare al meglio questa tecnologia in quanto facilità la rullata del piede.

In commercio di trovano altri brands che hanno sviluppato più o meno lo stesso concetto, ma nelle Glideride si è andati oltre.

Asics Glyderide suola punta alta

Vestibilità e calzata della Glideride

Nel prendere in mano la Asics GLIDERIDE e nel provare a piegarla, si nota subito quanto sia rigida, alta, arcuata e ma soprattutto diversa.

Indossandola, si apprezza subito la tomaia liscia e morbida sempre in mesh traspirante abbastanza avvolgente e accollata: caratteristica tipica delle calzature Asics. Non ha evidenti cuciture strutturali di rinforzo, ma invece inserti termosaldati e dettagli riflettenti per migliorare la visibilità.

Una linguetta ben imbottita a protezione di un all’allacciatura abbastanza tradizionale unita ad una spessa imbottitura interna nel contrafforte la rendono molto confortevole.

In effetti, la Glideride ha una conchiglia molto alta e un design solido e imbottito per tenere saldamente in posizione il tallone.

La suoletta sottopiede ha una costruzione già collaudata e tradizionale: niente di diverso dagli altri modelli top di gamma del brand, tuttavia, contribuisce ad aumentare quella buona sensazione di comfort durante la corsa.

In calzabilità rispetta la tabella scala taglie del marchio e non necessita un numero il più di quello che si prende abitualmente da Asics.

Scheda tecnica Asics Glideride

  • MARCHIO: Asics Running
  • MODELLO: Glideride
  • TIPOLOGIA: Ammortizzata neutra
  • CATEGORIA: A3 veloce
  • SUPPORTO: nessuno
  • UTILIZZO: Corsa su strada
  • PESO: 289 gr. misura USA 9 uomo, 235 gr. donna
  • TECNOLOGIA: tecnologia GEL, Flytefoam, Flytefoam Propel, Guidesole, Tomaia in rete senza cuciture, suola in AHAR
  • DROP: 5 mm per uomo e donna
  • GAMMA: Glideride
  • CODICE ARTICOLO DONNA: 1012A699
  • CODICE ARTICOLO UOMO: 1011A817

Pro e contro della scarpa Asics Glideride

Riassumendo vediamo quali sono in breve vantaggi e svantaggi nello sceglie questa calzatura:

Pro:

  • Reattiva
  • Veloce
  • Buon risparmio energetico

Contro:

  • Se non si ha una buona biomeccanica di corsa può sembrare dura e secca all’impatto.

A chi è consigliata la Glideride

L’ Asics GLIDERIDE è consigliata a podisti agonisti e amatoriali con arco plantare normale o in supinazione, con un peso corporeo tra 65 e 80 Kg. che prediligono una scarpa divertente senza rinunciare all’ammortizzazione.

Dal peso contenuto sotto i 300 gr, permette di correre a ritmo medio-veloce senza grande sforzo su distanze brevi e medio/lunghe, purché si atterri di tallone.

Non è consigliata invece a chi ha una pronazione eccessiva, problemi ai metatarsi e di fascite plantare in quanto la scarpa è abbastanza rigida e senza supporti mediali. Inoltre è sconsigliata ai runner in sovrappeso e chi corre lentamente: in questi ultimi casi daranno risultati migliori la classica Nimbus un A3 o la Kayano un A4.

Altre scarpe A3 di Asics simili a Glideride

Vediamo quale può essere un alternativa di Asics alle GLIDERIDE sempre in categoria A3 neutre performanti.

Tra le opzioni del brand nella categoria abbiamo la Cumulus, che è una ammortizzata come la GLIDERIDE ma con un Drop di 10 mm e un peso di 264 gr. Tra le due, molte parti strutturali e specifiche sono diverse nella dimensione e nei materiali per soddisfare altre necessità di chi corre. Nel link troverai maggiori info “Asics Cumulus“.

Scarpe di altri brand ammortizzate neutre simili alle Glideride

Altri Brands sul mercato oltre ad Asics producono modelli di scarpe da corsa ammortizzazione A3 neutra simili a GLIDERIDE ideali per andature medio/veloci.

Come le Glideride, hanno un’intersuola con differenti tecnologie di ammortizzazione e specifiche costruttive tipiche dei vari brand: vediamo quali sono.

Tra i marchi concorrenti abbiamo: di Altra running le Torin, di Brooks le Bedlam, di Hoka Oneone le Elevon, di Mizuno le Wave Rider, di New Balance le More, di Saucony le Ride, di Under Armour le Hovr Infinite.

Se cerchi altre info sulle scarpe running puoi leggere “ Quali sono le Migliori scarpe running: guida alla scelta“.

Asics Glideride neutre ammortizzate: opinione

L’essenza di questa calzatura sta tutta nel Drop di 5 mm e nella punta rivolta verso l’alto a forma di prua di barca. Questo design infatti permette di spostare il baricentro indietro, facilitando la rullata del piede nel portarlo in avanti.

La Glideride è una scarpa neutra ammortizzata, ma non ha il classico effetto soft tipico delle A3. In effetti è diversa: l’intersuola è alta ma asciutta e reattiva, il tallone una volta in compressione restituisce una sensazione a molla che, sommato al design arcuato sotto i metatarsi, crea una propulsione agile e leggera in avanti.

Il podista evoluto apprezzerà l’elasticità in spinta e la velocità offerta dal connubio di rigidità e ammortizzazione data dall’intersuola: soprattutto a ritmi veloci si apprezza la reattività che manca in altre scarpe performanti.

Può sembrare instabile nei cambi di direzione veloci ma la gomma della suola e la tacchettatura bassa tiene bene.

La resistenza torsionale ed il ritorno energetico del particolare disegno rendono la calzatura adatta al uso in allenamento per sessioni qualitative e per gare di media e lunga distanza. Infatti la Glideride è molto versatile, il design è pensato per correre a tutti i ritmi: si può correre a ritmi da 4:00 – 5:00 min/km o superiore a 5:00 min/km. Di certo danno il meglio di sé con transizioni più efficienti e a ritmi più elevati.

Asics GLIDERIDE può essere una buona alternativa ammortizzata e reattiva al runner che utilizza solitamente le scarpe di categorie A1 veloci o A2 intermedie.

Prezzo delle nuove Glideride

La scarpa da listino Asics costa 160 €, ma esiste la possibilità di trovarla a prezzo scontato, dipende dai colori, dai numeri rimasti e dai periodi promozionali.

Per quanto riguarda la durata e il costo Kilometrico, molto dipende da considerazioni e utilizzo soggettivo: come il modo di correre, superfice (asfalto o sterrato liscio), temperatura ambientale e di usabilità del podista.

Comunque in generale ASICS è rinomata per avere una buona solidità strutturale: Intersuola, Tomaia e battistrada sono fatti in materiali abbastanza solidi, di ottima qualità e già collaudati su altri modelli.

Asics Glideride conclusioni

In conclusione, possiamo affermare che la Asics Glideride è adatta a tutti i tipi di runner con appoggio del piede neutro ed anche a podisti di peso elevato (ma con un buon allenamento) e per tutti i ritmi medio veloci.

Possono non piacere a livello estetico o appena si infila il piede dentro e ci si alza in piedi. In effetti, la prima sensazione di quel particolare appoggio può sembrare strana rispetto ad una scarpa da corsa convenzionale.

Ma ribadisco queste sono scarpe nate per correre, non per stare fermi e in piedi: utili a chi in corsa appoggia di tallone (la maggior parte dei runner amatoriali) troverà in questa soluzione tecnologica scioltezza di gamba e velocità inaspettata.

Il loro uso ideale è durante gli allenamenti qualitativi o in gara sulle distanze dalla 5 km alla mezza maratona. Per l’utilizzo in maratona, possono andare bene, ma ha nostra opinione sui 42 km le esigenze della gran parte dei runner sono altre.

Al runner estemporaneo e poco allenato e a chi corre lentamente non le consigliamo in quanto essendo abbastanza specifiche ma soprattutto particolari risulterebbero rigide e strane in fase di corsa.

Comunque, nel insieme è una buona scarpa, se si ha un minimo di allenamento costante e un po’ di resistenza fisica, sono da provare anche solo per godere di quel quid di velocità in più che possono dare.

Buona corsa veloce e tanti Km a tutti.